Passa ai contenuti principali

Il robot di Google

Sa prenotare il parrucchiere o un tavolo al ristorante senza che il centralinista si accorga di stare parlando con una macchina: si interrompe, fa versi molto umani come "mmmh-mmmh" e "uhm", chiede di aspettare un attimo per controllare l'agenda e ringrazia per la disponibilità. Google ha presentato martedì 8 maggio 2018 il suo nuovo assistente vocale di Duplex, una specie di Siri o Alexa incredibilmente più realistico, che oltre al parrucchiere sa prenotare un tavolo al ristorante o fare domande sugli orari di apertura di un negozio senza che la persona in carne ed ossa all'altro capo del telefono noti niente di stano. Presentato a Google I/O 2018, Duplex rappresenta un gigantesco e improvviso passo avanti nel campo dell'intelligenza artificiale. Le sue potenzialità di impiego sono immediatamente evidenti: sollevare gli esseri umani da una serie di incombenze tediose, fissando appuntamenti e gestendo i tempi con la cortesia di un essere umano e la precisione di una macchina. Altrettanto evidenti sono le potenzialità distopiche, con scenari da film di fantascienza che non ci teniamo particolarmente a vedere nella realtà: telefonate false da parte di esseri umani inesistenti che però producono conseguenze molto reali, truffe, scandali politici montati ad arte. Forse per questo Google ha scelto parole molto prudenti nel presentare Duplex, un "esperimento" che solo pochi utenti potranno provare quest'estate. "Vogliamo essere chiari sulle nostre intenzioni, in modo che i clienti capiscano il contesto", hanno scritto gli ingegneri di Google sul blog aziendale: "Sperimenteremo il giusto approccio nei prossimi mesi". Per aumentare il realismo, e "rendere l'esperienza conversazionale (sic) il più naturale possibile, permettendo alle persone di parlare normalmente senza doversi adattare ad una macchina", Google ha "insegnato" a Duplex ad utilizzare una serie di modi di interazione tipicamente umani, tipo "mi sente bene?", "può ripetere, per favore?" e "resti un attimo in linea". Sogno tecnologico o incubo fantascientifico? Ci sono questioni più immediate di cui si sta già discutendo: Duplex dovrebbe essere obbligato per legge a presentarsi come una macchina?

Commenti

Post popolari in questo blog

Come impedire a Facebook di vedere la nostra cronologia dei siti visitati

Il modo più facile per impedire questa capacità di Facebook di guardare che siti visitiamo è usando Firefox con l'estensioneFacebook Container di Mozilla.
Questa estensione apre il sito Facebook in un container separato, come in una sandbox, in modo da rimanere separato dagli altri siti visitati.
Dopo aver installato questa estensione, vengono cancellati i cookie di Facebook e viene disconnesso l'account Facebook.
Riaprendo il sito Facebook, questo si apre in una nuova scheda blu (nota anche come "scheda del contenitore"), che impedisce a Facebook di leggere la cronologia di Firefox ed i cookie memorizzati e tracciare la attività tramite cookie di terze parti .
Inoltre, poiché viene effettuato l'accesso a Facebook nella scheda Contenitore, i commenti di Facebook incorporati e i pulsanti Mi piace nei siti web non funzioneranno.

Un altro modo di escludere Facebook dalla cronologia del browser web è sul sito Digital Advertising Alliance.
Da questo portale è possibile scar…

Amazon Prime: nuovo prezzo in arrivo Da aprile 2018

Amazon Prime: nuovo prezzo in arrivo Da aprile 2018 il costo passerà a 36 euro / anno Pubblicato il 26 marzo 2018 da PippoCD Blog — Rispondi E si… ogni tanto i prezzi aumentano. È la volta di Amazon, la più grande “Internet Company” al Mondo, diventata da poco la seconda più grande Azienda dopo Apple. In questi giorni ha comunicato la modifica al rialzo il prezzo del servizio “Amazon Prime” e non di poco, passando infatti da 19.99 EUR / anno a 36 EUR / anno. Con il nuovo prezzo Amazon propone anche una nuova opzione, che permette di pagare mese per mese, invece che direttamente con l’abbonamento annuale. In pratica si avranno le seguenti opzioni: Prime Mensile -> 4,99 Euro / mese Prime Annuale -> 36 Euro / anno * *fino al 4 Aprile chi sottoscrive Prime, potrà beneficiare del prezzo di 19,99 per il primo anno, poi passerà a 36 Euro per i rinnovi successivi. Stessa cosa per i già clienti, che rinnovano entro Maggio, avranno un ulteriore anno al prezzo di 19,99 Euro. Ama…

10 nuove tecnologie che cambiano la qualità della vita

Disabilità: 10 nuove tecnologie che cambiano la qualità della vita Nel corso degli ultimi anni l’accelerazione dell’innovazione tecnologica ha permesso a nuove branche della scienza di affiancare la medicina per ideare soluzioni che rendano la nostra vita migliore. La bioingegneria si è affermata come uno dei più promettenti campi di applicazione. Già oggi molte tecnologie, una volta soltanto immaginabili, hanno permesso a persone di tornare a camminare, vedere, parlare. Gli sviluppi della ricerca e gli investimenti che sempre di più si concentrano su queste soluzioni, porteranno in un futuro ormai prossimo ad un abbassamento dei costi e quindi ad una diffusione più ampia di strumenti in grado davvero di cambiare la vita. Tra le molte tecnologie in fase di ricerca, sviluppo e applicazione, ne abbiamo scelte alcune in grado di dare un’idea di come stanno evolvendo le cose: da piccole soluzioni di praticità a grandi macchinari di supporto vitale, ecco 10 nuove tecnologie che cambieranno…