Passa ai contenuti principali

Server dedicato e server virtuale: quali, le differenze?

Fare confusione tra un server dedicato ed un vpsun server virtuale, chiamato dagli esperti del settore Virtual Private Server, non è poi così grave. E’ chiaro  che  per  chi  non è del mestiere, la differenza possa sembrare di poco conto, ma in realtà esistono delle diversità che differenziano le due tipologie, sulle quali andremo a fissare qualche punto, per evitare confusioni.
Innanzittutto, un VPS altro non è che un server virtuale, come detto, in funzione su un server fisico, le cui risorse sono generalmente condivise tra utenti diversi. Di solito si  parla  di vps quando  il server viene suddiviso in diverse macchine virtuali che sono separate tra di loro da applicazioni apposite che danno ai clienti che le utilizzano, la possibilità di gestire il proprio vps in piena autonomia rispetto agli altri. E’ possibile configurare il proprio sistema operativo, scegliere le applicazioni da installare: insomma, in una parola, diventa personalizzabile a seconda delle proprie necessità operative.
Se quindi già la prima tipologia di server vi è apparsa come altamente personalizzabile, c’è da dire che per quanto riguarda la seconda tipologia e cioè quella racchiusa in ciò che abbiamo chiamato Server Dedicato, rappresenta la forma di hosting più personalizzabile che esista.
Nonchè, anche la più costosa.
Adatto per siti molto trafficati che prevedano un grande consumo di risorse, il server dedicato è certamente ciò che di più efficiente possa essere approntato o per un sito di grande traffico o per un sito di grandi dimensioni.
Attrraverso il server dedicato  infatti  si  ha  generalmente l’opportunità di configurare a propria discrezione l’intero server, permettendosi quindi di gestirlo a proprio piacimento, ma non solo.
A differenza  del  precedente,  si  potrà  anche  utilizzare  l’hardware  noleggiato  per  il  servizio  che  si  preferisce. Si  potrà  scegliere tra processori Intel di ultimissima generazione, si potranno scegliere gli hard disk, le memorie ram da acquistare. 
Attenzione però a chi non ha ampie conoscenze nella gestione di un server: è sempre meglio servirsi di servizi gestiti dall’azienda hosting!

Commenti

Post popolari in questo blog

Come impedire a Facebook di vedere la nostra cronologia dei siti visitati

Il modo più facile per impedire questa capacità di Facebook di guardare che siti visitiamo è usando Firefox con l'estensioneFacebook Container di Mozilla.
Questa estensione apre il sito Facebook in un container separato, come in una sandbox, in modo da rimanere separato dagli altri siti visitati.
Dopo aver installato questa estensione, vengono cancellati i cookie di Facebook e viene disconnesso l'account Facebook.
Riaprendo il sito Facebook, questo si apre in una nuova scheda blu (nota anche come "scheda del contenitore"), che impedisce a Facebook di leggere la cronologia di Firefox ed i cookie memorizzati e tracciare la attività tramite cookie di terze parti .
Inoltre, poiché viene effettuato l'accesso a Facebook nella scheda Contenitore, i commenti di Facebook incorporati e i pulsanti Mi piace nei siti web non funzioneranno.

Un altro modo di escludere Facebook dalla cronologia del browser web è sul sito Digital Advertising Alliance.
Da questo portale è possibile scar…

Amazon Prime: nuovo prezzo in arrivo Da aprile 2018

Amazon Prime: nuovo prezzo in arrivo Da aprile 2018 il costo passerà a 36 euro / anno Pubblicato il 26 marzo 2018 da PippoCD Blog — Rispondi E si… ogni tanto i prezzi aumentano. È la volta di Amazon, la più grande “Internet Company” al Mondo, diventata da poco la seconda più grande Azienda dopo Apple. In questi giorni ha comunicato la modifica al rialzo il prezzo del servizio “Amazon Prime” e non di poco, passando infatti da 19.99 EUR / anno a 36 EUR / anno. Con il nuovo prezzo Amazon propone anche una nuova opzione, che permette di pagare mese per mese, invece che direttamente con l’abbonamento annuale. In pratica si avranno le seguenti opzioni: Prime Mensile -> 4,99 Euro / mese Prime Annuale -> 36 Euro / anno * *fino al 4 Aprile chi sottoscrive Prime, potrà beneficiare del prezzo di 19,99 per il primo anno, poi passerà a 36 Euro per i rinnovi successivi. Stessa cosa per i già clienti, che rinnovano entro Maggio, avranno un ulteriore anno al prezzo di 19,99 Euro. Ama…

10 nuove tecnologie che cambiano la qualità della vita

Disabilità: 10 nuove tecnologie che cambiano la qualità della vita Nel corso degli ultimi anni l’accelerazione dell’innovazione tecnologica ha permesso a nuove branche della scienza di affiancare la medicina per ideare soluzioni che rendano la nostra vita migliore. La bioingegneria si è affermata come uno dei più promettenti campi di applicazione. Già oggi molte tecnologie, una volta soltanto immaginabili, hanno permesso a persone di tornare a camminare, vedere, parlare. Gli sviluppi della ricerca e gli investimenti che sempre di più si concentrano su queste soluzioni, porteranno in un futuro ormai prossimo ad un abbassamento dei costi e quindi ad una diffusione più ampia di strumenti in grado davvero di cambiare la vita. Tra le molte tecnologie in fase di ricerca, sviluppo e applicazione, ne abbiamo scelte alcune in grado di dare un’idea di come stanno evolvendo le cose: da piccole soluzioni di praticità a grandi macchinari di supporto vitale, ecco 10 nuove tecnologie che cambieranno…